1375149_10151957857464434_1952050887_n

La Green Hybrid Cup 2013
si tinge di rosa

1 novembre 2013

La giovane e brava Alessandra Brena ha messo tutti in riga, nell’edizione 2013 del trofeo monomarca più ecologico su piazza. Talento, piede pesante e un pizzico di sana follia, i motivi di un successo combattuto sino all’ultima gara. Forza e risolutezza degni dei piloti più esperti.

 

Che non si dica che la Venga sia più incline al pubblico femminile, solo perché la Green Hybrid Cup 2013 è stata vinta da una donna. La battaglia è stata lunga, incerta e avvincente sino all’ultima prova. Quel “Gara 2” svoltosi all’autodromo di Varano che ha decretato Alessandra Brena vincitrice del trofeo organizzato da BRC. La giovane pilotessa ha dimostrato sin dall’inizio di non temere i rivali del “sesso forte”, posizionandosi sin dal via del trofeo nelle posizioni di vertice. Una costanza premiata alla fine dal titolo nella Green Hybrid Cup. E pensare che l’inizio dell’ultimo appuntamento in campionato era iniziato in salita per la giovane Brena. Nonostante l’ottima prestazione fatta registrare nel corso delle prove libere, dimostrando di essere quella da battere, la lotta in gara uno si concludeva a favore dell’avversario più diretto, Jimmy Ghione. Il quale non solo vinceva la prima manche proprio davanti alla Brena, ma la raggiungeva in vetta alla classifica provvisoria del trofeo. Una gara ricca di colpi scena, distinta pure dalla “scomoda” presenza di Giove Pluvio. Sebbene Alessandra fosse stata anche al comando, il driver di Striscia la Notizia riusciva a portare a casa una vittoria fondamentale per la corsa al titolo. Titolo che era già stato appannaggio di Ghione nel corso della passata stagione. Così, quasi ci fosse un copione prestabilito, tutto si è deciso sull’ultima prova dell’ultimo weekend di gara della Grenn Hybrid Cup 2013. Occhi puntati sul duo di vertice e vittoria finale della brava Alessandra Brena. Brava soprattutto a mantenere i nervi saldi, quando il suo avversario, sino a quel momento in testa, si girava e perdeva posizioni importanti. Una forza di testa e di piede che ha premiato la Brena con la conquista del trofeo. Un campionato che si è dimostrato ancora una volta trasversale, intenso ed emozionante sino alla fine. Una formula, quella della Green Hybrid Cup, vincente sia sotto il profilo dei costi sia, soprattutto, sotto quello delle spettacolo. Merito di una vettura agile e affidabile come Kia Venga, capace non solo di dimostrare quanto essere “eco” possa essere anche sportivo, ma come certe auto “femminili” siano pure sportive se “kittate” nella maniera giusta.